POESIE

HO IMPARATO

Ho imparato... che nessuno è perfetto... Finché non ti innamori.
Ho imparato... che la vita è dura... Ma io di più!!!
Ho imparato... che le opportunità non vanno mai perse.
Quelle che lasci andare tu... le prende qualcun altro.
Ho imparato... che quando serbi rancore e amarezza
la felicità va da un'altra parte.
Ho imparato... che bisognerebbe sempre usare parole buone...
Perchè domani forse si dovranno rimangiare.
Ho imparato... che un sorriso
è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
Ho imparato... che non posso scegliere come mi sento...
Ma posso sempre farci qualcosa.
Ho imparato... che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito nel suo
piccolo pugno... ti ha agganciato per la vita.
Ho imparato... che tutti vogliono vivere in cima alla montagna...
Ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.
Ho imparato... che bisogna godersi il viaggio e non pensare solo alla meta.
Ho imparato... che è meglio dare consigli solo in due circostanze...
Quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.
Ho imparato... che meno tempo spreco... più cose faccio.
 
Anonimo

ODE ALLA VITA

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,
 ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
 chi non cambia la marca,
 chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
 chi non parla a chi non conosce.
 Muore lentamente chi fa della televisione il suo guru.
 Muore lentamente chi evita una passione,
 chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle 'i'
 piuttosto che un insieme di emozioni,
 proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
 quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
 quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
 Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
 chi è infelice sul lavoro,
 chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un sogno,
 chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
 Lentamente muore chi non viaggia,
 chi non legge, chi non ascolta musica,
 chi non trova grazia in se stesso.
 Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,
 chi non si lascia aiutare;
 chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
 Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
 chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
 chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.
 Evitiamo la morte a piccole dosi,
 ricordando sempre che essere vivo
 richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
 Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.
  Pablo Neruda

NON E' IL CRITICO CHE CONTA

Non è il critico che conta,
non l'uomo che mostra come il forte inciampi
o le cose che avrebbe potuto fare meglio.
Il credito va all'uomo
che effettivamente è nell'arena,
il cui volto è deturpato dalla polvere,
dal sudore, dal sangue
e che lotta con ardimen-to,
che commette errori e manchevolezze
perché non vi è tentativo senza errori,
che si spende in una causa degna.
Se va bene conosce alla fine
la grande con-quista del trionfo
e se va male, se fallisce quando osa molto,
sa che il suo posto non sarà mai
con quelle anime timide e fredde,
le quali non conoscono né vittoria né sconfitta.

  Theodore Roosvelt

RISCHIO

Ridere è rischiare di apparire matti?.
Piangere è rischiare di apparire sentimentali?.
Tendere la mano è rischiare di impegnarsi?
Mostrare i sentimenti è rischiare di esporsi?.
Far conoscere le proprie idee ed i propri sogni è rischiare di essere respinti?.
Amare è rischiare di non essere ricambiati?.
Vivere è rischiare di morire?..
Sperare è rischiare di disperare?.
Tentare è rischiare di fallire?.
Ma noi dobbiamo correre il rischio!
Il più grande pericolo nella vita è quello di non rischiare.
Colui che non rischia niente? non fa niente?
non ha niente?
non è niente?.

IL MEGLIO DI TE

L'Essere Umano e' irragionevole, illogico, egocentrico :
non importa, amalo.
Se fai il bene diranno che lo fai per fini egoistici:
non importa, fa' il bene.
Se realizzi i tuoi obiettivi, incontrerai chi ti ostacola:
non importa, realizzali.
Il Bene che fai forse domani verra' dimenticato :
non importa, fai il Bene.
L'onesta' e la sincerita' ti rendono vulnerabile :
non importa, sii onesto e sincero.
Quello che hai costruito puo' essere distrutto :
non importa, costruisci.
La gente che hai aiutato forse non te ne sara' grata :
non importa, aiutala.
Da' al Mondo il meglio di Te e forse sarai preso a pedate :
non importa, da' il meglio di Te.         
         

  Madre Teresa di Calcutta

Forse Dio vuole che incontriamo un po' di gente
sbagliata prima di incontrare quella giusta, così
quando finalmente la incontriamo, sapremo come
essere riconoscenti per quel regalo.
Quando la porta della felicità si chiude, un'altra
si apre, ma tante volte guardiamo così a lungo a quella
chiusa, che non vediamo quella che è stata aperta per noi.
La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi
stare seduto in un portico e camminarci insieme,
senza dire una parola, e quando vai via senti come se è
stata la miglior conversazione mai avuta.
È vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima
di perderlo, ma è anche vero che non sappiamo
ciò che ci è mancato prima che arrivi.
Dare a qualcuno tutto il tuo amore non è
un'assicurazione che sarai amato a tua volta!
Non ti aspettare amore indietro; aspetta solo che
cresca nei loro cuori, ma se non succede,
accontentati che cresca nel tuo.
Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno,
un'ora per piacergli, e un giorno per amarlo,
ma ci vuole una vita per dimenticarlo.
  Anonimo

COME WHAT MAY

      Never knew I could feel like this
      Like I've never seen the sky before
      Want to vanish inside your kiss
      Everyday I love you more and more
      Listen to my heart
      Can you hear it sing?
      Telling me to give you everything
      Seasons may change
      Winter to spring
      But I love you
      Until the end of time
      Come what may
      Come what may
      I will love you
      Until my dying day
      Suddenly the world seems such a perfect place
      Suddenly it moves with such a perfect grace
      Suddenly my life doesn't seem such a waste
      It all revolves around you
      And there's no mountain too high
      No river too wide
      Sing out this song and I'll be there by your
      side
      Storm clouds may gather and stars may collide
      But I love you until the end of time
      Come what may
      Come what may
      I will love you
      Until my dying day
      Oh, come what may
      Come what may
      I will love you
      Suddenly  the world seems such a perfect place
      Come what may
      Come what may
      I will love you
      Until my dying day
  Anonimo

PRIMA DI TUTTO L'UOMO (da Ultima Lettera al Figlio)

Non vivere su questa terra
come un estraneo
o come un turista nella Natura.
Vivi in questo mondo
come nella casa di tuo padre:
credi al grano, alla Terra, al mare
ma prima di tutto credi all'Uomo.
Senti la tristezza del ramo che secca
dell'astro che si spegne
dell'animale ferito che rantola
ma prima di tutto
senti la tristezza e il dolore dell'Uomo.
Ti diano gioia tutti i beni della Terra:
l'ombra e la luce ti diano gioia
le quattro stagioni ti diano gioia
ma soprattutto, a piene mani
ti dia gioia l'Uomo!
  Nazim Hikmet

(da IL PROFETA)

Allora Almìtra domandò : parlaci dell'Amore.
Ed egli alzò la testa e scrutò il popolo, e su di loro cadde una vasta pace.
E con gran voce disse:
Quando l'amore vi chiama, seguitelo,
Anche se ha vie ripide e dure.
E quando dalle ali ne sarete avvolti, abbandonatevi a lui,
Anche se, chiusa tra le penne, la lama vi potrà ferire.
E quando vi parla, credete in lui,
Anche se la sua voce può disperdervi i sogni come il vento del nord devasta il giardino.
Poi che, come l'amore vi incorona, così vi crocefigge, e come vi matura, così vi poterà.
Come sale sulla vostra cima e accarezza i rami che fremono più teneri del Sole,
Così discenderà alle vostre radici, e laggiù le scuoterà dove più forti aderiscono alla terra.
Vi accoglie in sè, covoni di grano.
Vi batte finchè non sarete spogli.
Vi staccia per liberarvi dalle reste.
Vi macina per farvi neve.
Vi plasma finchè non siate cedevoli alle mani.
E vi consegna al suo sacro fuoco, perchè voi siate il pane sacro della mensa di Dio.
In voi tutto ciò compie l'Amore, affinchè conosciate il segreto del vostro cuore,
e possiate farvi frammenti del cuore della vita.
Ma se la vostra paura non cercherà nell'amore che la pace e il piacere,
Allora meglio sarà per voi coprire le vostre nudità e passare oltre l'aia dell'amore,
Nel mondo orfano di climi, dove riderete, ahimè, non tutto il vostro riso,
e piangerete non tutto il vostro pianto.
L'Amore non dà nulla fuorché se stesso, e non coglie nulla se non da se stesso.
L'Amore non possiede, né vorrebbe essere posseduto;
Poi che l'Amore basta all'Amore.
Quando amate non dovreste dire, " Ho Dio in cuore ", ma piuttosto, " Io sono in cuore a Dio ".
E non crediate di condurre l'Amore, giacché se vi scopre degni, esso vi conduce.
L'Amore non vuole che consumarsi.
Ma se amate e bramerete senza scampo, siano questi i vostri desideri :
Sciogliersi, e imitare l'acqua corrente che canta il suo motivo alla notte.
Conoscere la pena di troppa tenerezza.
Piagarsi in comprensione d'amore;
E sanguinare di voluta gioia.
Destarsi all'alba con un cuore alato e ringraziare un nuovo giorno d'amore;
Riposare nell'ora del meriggio e meditare l'estasiato amore;
Grati, rincasare al vespro;
E addormentarsi pregando per l'amata in cuore, con un canto di lode sulle labbra. 
 
Gibran Kahlil Gibran

Noi siamo le arpe e tu ci tocchi con il plettro, il dolce lamento non proviene da noi, sei tu che lo operi !
Noi siamo il flauto, e il suono che e' in noi e' da te; siamo montagne impervie e l'eco e' quello della Tua voce.
Noi siamo i pezzi degli scacchi,
impegnati in vittoria e sconfitta,
e sconfitta e vittoria sono da Te.
O Perfetto!......
Noi siamo come Leoni, ma leoni dipinti su una bandiera: spinti dal vento si slanciano ad ogni istante.
Visibili i loro slanci, invisibile il vento.....
e se lanciamo una freccia, noi
non siamo che l'arco e Iddio l'Arciere !
  Rumi

SE

Se riesci a mantenere la calma
quando tutti intorno a te la stanno perdendo;
Se sai avere fiducia in te stesso
quando tutti dubitano di te
tenendo però nel giusto conto i loro dubbi;
Se sai aspettare senza stancarti nell'attesa
o calunniato a non rispondere con calunnie;
Se sai sognare senza fare dei sogni i tuoi padroni;
Se sai pensare senza fare del pensiero il tuo unico scopo;
Se sai incontrarti con il successo e la sconfitta
trattare questi due imbroglioni allo stesso modo;
Se riesci a sopportare di sentire la verità che tu hai detto
distorta da imbroglioni che ne fanno trappole per gli ingenui;
o guardare le cose per le quali hai dato la vita, distrutte,
e umiliarti a ricostruirle con i tuoi strumenti ormai logori;
Se sai fare una unica pila delle tue vittorie
e rischiarla in un solo colpo a testa o croce
e perdere, e ricominciare di nuovo dall'inizio
senza mai lasciarti sfuggire una parola su quello che hai perso;
Se sai costringere cuore, tendini e nervi
a sorreggerti anche dopo molto tempo che non te li senti più;
e così resistere quando in te non c'è più nulla
tranne la tua volontà che dice  " resisti ! ";
Se sai parlare con i disonesti senza perdere la tua onestà
o passeggiare con i re senza perdere il tuo senso comune;
Se non possono ferirti né i nemici, né gli amici troppo premurosi;
Se per te contano tutti gli uomini, ma nessuno troppo;
Se riesci a riempire l'inesorabile minuto con un momento fatto di 60 secondi
Tua é la terra e quanto essa contiene
e quello che più conta é che
tu sarai un Uomo, figlio mio !
  R. Kipling

CANTO NATIVO PER LA NASCITA DI UN BAMBINO

O sole, luna e stelle,
che percorrete i cieli,
vi prego, ascoltatemi:
é giunta una nuova vita in mezzo a voi,
accoglietela, vi imploro,
rendete facile la sua strada perché possa raggiungere
il livello della prima altura !
 O venti, nubi, pioggia e nebbia,
voi che muovete per l'aria,
vi prego, ascoltatemi:
in mezzo a voi é giunta una nuova vita,
rendete facile la sua strada perché possa raggiungere
il livello della seconda altura !
O colline, valli, fiumi, laghi, alberi, erbe,
voi tutti qui sulla terra,
ascoltatemi, vi prego:
in mezzo a voi é giunta una nuova vita,
rendete facile la sua strada perché possa raggiungere
il livello della terza altura !
O voi uccelli piccoli e grandi,che abitate nei boschi !
O insetti che strisciate tra le erbe
e vi seppellite nel terreno,
ascoltatemi, vi prego:
in mezzo a voi é giunta una nuova vita,
rendete facile la sua strada perché possa raggiungere
il livello della quarta altura !
O voi tutti in cielo,nell'aria e sulla terra,
ascoltatemi, vi prego:
in mezzo a voi é giunta una nuova vita,
accoglietela, vi imploro,
rendete facile la sua strada
perché possa andare oltre le quattro alture !
  Anonimo
NAMASTE

Io onoro in te il luogo all'interno del quale
risiede l'intero universo.
Se tu sei in quel luogo in te, e io sono in quel luogo in me,
allora siamo una cosa sola.
  Anonimo